vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Feletto appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Storia

Feletto sorge nel tratto di pianura canavesana formata dai detriti alluvionali del fiume Orco. Proprio alle furiose piene del vicino torrente l'erudizione ottocentesca ha voluto ricollegare l'origine del nome di questo paese: facendo tali piene spesso piangere gli abitanti del luogo "epiendo di pietre i poderi e schiacciando gli alberi da frutto". Dal verbo Flere, verrebbe dunque il nome della località.

Le carte di archivio, in particolare i consegnamenti di beni della Chiesa di Busano ricordano il borgo sin dal 1240. Di certo sappiamo come nei secoli del Medioevo Feletto, unitamente ai luoghi di San Benigno C.se, Lombardore e Montanaro, fosse sotto la giurisdizione dell'abate di Fruttuaria. i paesi appartenenti all'abbazia fruttariense formarono, sin quasi alla metà del Settecento, un'unica comunità, la quale visse momenti storici e politici assai simili. Si trattava, in effetti, di un feudo pontificio soggetto alla Santa Sede; le terre che ne facevano parte furono riscattate dai Savoia solo nel 741 alla conclusione di un'estenuante controversia.
Nel 1318 e nel 1408 gli abati di Fruttuaria concessero agli uomini di Feletto gli Statuti, con successiva conferma nel 1443. Tali concessioni statuarie lasciano trasparire come i medesimi uomini avessero concorso a difendere il proprio borgo durante le passate guerre; di conseguenza venivano loro assegnati terreni per pontificare ulteriormente l'abitato.

Nei tempi più recenti Feletto ebbe riconosciuto il suo sacrificio volto in favore alla resistenza nella Seconda Guerra Mondiale con la medaglia di bronzo al valore militare nel Luglio del 1984 tramite decreto del presidente della repubblica Sandro Pertini.